Nikon D40, D40x e compatibilità obiettivi


Inserisco questo interessantissimo articolo sulla compatibilità delle vecchie ottiche nikon con gli attuali corpi digitali.Da leggere attentamente, si possono avere spunti e idee molto interessanti.

fonte http://www.nital.it/experience/index.php A cura di Gerardo Bonomo

 Ingrandisci

Nikon F-Mount
Sono passati oltre cinquanta anni dall’introduzione del primo obiettivo Nikon attacco F e da allora, ancora oggi, Nikon ha mantenuto sostanzialmente invariata la baionetta di innesto obiettivi, fino alle ultime reflex digitali presentate, la D40 e la D40x.

Nikon è l’ultimo marchio fotografico al mondo che produce anche reflex AF ad aver mantenuto identico l’innesto a baionetta degli obiettivi, rimasto sostanzialmente identico dall’introduzione della prima reflex Nikon la F.
Se da allora Nikon ha mantenuto praticamente immutato il bocchettone di innesto ottiche, ha però apportato diverse modifiche alla baionetta degli obiettivi.

I primi obiettivi Nikon F andavano montati impostando il diaframma su f/5,6 per poi ruotare avanti e indietro la ghiera per informare il Photomic – il pentaprisma con esposimetro incorporato – dell’apertura minima e massima dell’obiettivo istallato, una manovra che quasi ricordava il posizionamento del colpo in canna di alcune armi – e non a caso in inglese fotografare si dice “to shot”. A ogni cambio ottica il Photomic andava meccanicamente ripristinato.

Poi è arrivato il momento delle ottiche F modificate AI: erano obiettivi F modificati sulla ghiera dei diaframmi per permetterne il montaggio e l’accoppiamento con le reflex a partire dalla FM e dalla FE

Ingrandisci

Una Nikon F e una Nikon DSRL: separate da oltre quarant’anni di storia
possono ancora montare le stesse ottiche, qui un 105mm DC

AI, AI-S e AF

Poi sono arrivate le ottiche AI vere e proprie che dovevano semplicemente essere agganciate alla baionetta per essere pronte a scattare.

Dopo le AI, le AI-S: vengono prodotte dagli inizi anni ottanta e accoppiate alle fotocamere FA, F301 e F501 usate in modalità program consentivano alla fotocamera di impostare un program “dinamico” con priorità ai tempi più veloci man mano che saliva la lunghezza focale dell’obiettivo; l’ottica era in grado di informare “meccanicamente” la fotocamera della sua lunghezza focale.

Ed eccoci alle ottiche AF: nate per le fotocamere autofocus sono i primi obiettivi Nikon privi della classica forcella che serviva per l’accoppiamento del diaframma per tutte le reflex prodotte dal 1959 al 1977.

AF-S
Dopo le prime ottiche AF sono arrivate le ottiche AF-S, che si differenziano in modo sostanziale dalle ottiche AF per il fatto che incorporano un SWM (Silent Wave Motor), un motore AF a ultrasuoni che gestisce integralmente l’autofocus dell’obiettivo, in base naturalmente alle istruzioni che in tempo reale la fotocamera invia all’obiettivo.

La nuova Nikon D40 e D40x hanno mantenuto la stessa baionetta Nikon F Mount utilizzata per la prima volta nel 1959 dalla Nikon F.

La promessa silenziosa che Nikon ha fatto al pubblico di permettere di utilizzare qualsiasi ottica Nikon prodotta a partire dalle ottiche AI o anche dalle vecchie ottiche F purché modificate AI anche sulle reflex digitali dell’ultima generazione è stata mantenuta. È possibile utilizzare tutte le ottiche Nikon anche sulle vecchie reflex Nikon manual focus, comprese le ultime ottiche AF-S. Sono invece escluse le ottiche tipo G, che non hanno più la ghiera manuale del diaframma e le ottiche DX.

La Nikon D40 e D40x, progettate innanzitutto per le ottiche Nikon AF-S dell’ultima generazione non hanno un motore autofocus incorporato, ma si affidano al motore incorporato nell’ottica.
Se l’ottica impiegata è autofocus ma non ha il motore incorporato – quindi AF e non AF-S – o è manual focus, quindi AI o AI-S – la Nikon D40 e D40x possono comunque essere utilizzate impiegando la modalità manual focus.

 02-d401.jpg

Una Nikon F Photomic degli anni 60 e una Nikon D40: sono passati
oltre quarant’anni e la baionetta, nella sostanza, non è cambiata

Vecchie ottiche, nuovi corpi

Ci sono naturalmente alcuni accorgimenti da mettere in pratica per l’utilizzo delle ottiche AI e AF su reflex Nikon dell’ultima generazione come la Nikon D40 e D40x.

Parlando di ottiche AI, quindi di ottiche manual focus, è evidente che non è possibile utilizzare la macchina in modalità autofocus – e questo vale naturalmente per qualsiasi reflex Nikon Autofocus, dalle SRL a pellicola fino alle DSRL digitali. Per effettuare una corretta messa a fuoco basterà traguardare nel mirino e agire sulla ghiera di messa a fuoco fino a che l’immagine sarà perfettamente a fuoco, eventualmente aiutandosi con il telemetro elettronico visibile nel mirino, un simbolo rotondo verde che appare quando l’immagine è a fuoco. Il grande monitor a colori da 2,5” della Nikon D40 e D40x permettono poi una revisione molto approfondita dell’immagine appena scattata, che può essere ingrandita fin nei più minimi dettagli per un severo controllo della bontà della messa a fuoco effettuata.

Ugualmente, grazie all’ampio monitor, anche il controllo dell’esposizione, con o senza la verifica dell’istogramma, può essere verificata immediatamente dopo la ripresa in modo da poter accertare con assoluta precisione la bontà dell’accoppiamento tempo/diaframma e sensibilità ISO scelti. 03-d40.jpg

La prima baionetta F. Micro Nikkor P 55mm f/3.5: la vecchissima serie di
obiettivi F è l’unica che non può essere montata non solo sulla D40 ma su buona
parte delle reflex sia a pellicola che digitali Nikon prodotte negli ultimi trent’anni.

Anche con le ottiche AF non AF-S è necessario focheggiare in manuale: è un modo molto personale di gestire la realizzazione di una fotografia, apprezzato da molti fotografi che in alcune situazioni preferiscono utilizzare ancora vecchie ottiche Nikon, padroneggiando elementi importanti come la focheggiatura usando l’occhio, e cercando ad occhio il punto esatto dove è necessario focheggiare per la miglior composizione finale possibile. In situazioni diverse dalla fotografia sportiva, come il ritratto utilizzando un medio tele, la focheggiatura manuale è decisamente più efficace e risolutiva di quella AF, anche con le ottiche che potrebbero tranquillamente essere utilizzate in modalità AF.AF sì, AF no

Se l’autofocus è indubbiamente una grande comodità ed è essenziale in molte situazioni fotografiche “veloci” come la fotografia sportiva o naturalistica, sono comunque molte le situazioni in cui ci si vuole e ci si può prendere una pausa dagli automatismi per decidere in modo libero e più personale cosa la fotocamera deve fare e non il contrario. Nelle situazioni fotografiche che lo permettono abbandonare gli automatismi e decidere con le sole proprie forze e in assoluta libertà cosa fare, dove mettere a fuoco e che esposizione utilizzare, rende il traguardo più difficile ma la soddisfazione a tagliare un filo di lana così sottile è decisamente superiore, senza dimenticare il fatto di poter contare su una fotocamera dell’ultima generazione utilizzandola con ottiche vecchie di venti, trent’anni fa, ancora perfette e funzionanti.
Questa tendenza non è relegata a una piccola nicchia di appassionati: la stessa Zeiss ha di recente presentato sul mercato una intera serie di obiettivi manual focus espressamente realizzato proprio per Nikon, senza contare che Nikon ha ancora a catalogo – e ancora produce – un certo numero di focali AI.04-d40.jpg

Una baionetta F artigianalmente modificata in AI, questa vecchia ottica
Nikon ha un innesto compatibile anche con la Nikon D40

Esporre a vista

Utilizzando le ottiche AI, e qualsiasi ottica priva dei contatti CPU, non è possibile utilizzare l’esposimetro incorporato nella fotocamera: bisognerà quindi effettuare uno scatto di prova e valutarne la correttezza dell’esposizione sul monitor della fotocamera, aiutandosi anche con la visualizzazione dell’istogramma e della visualizzazione delle alte luci, che in un’immagine sovraesposta lampeggiano per indicare le zone troppo esposte e quindi prive di dettagli. Paradossalmente è più facile ottenere un’immagine perfettamente esposta in questo modo, quindi scattando e valutando l’immagine a monitor per poi eventualmente scattarne una seconda, che con la migliore delle reflex professionali a pellicola, dove comunque le variabili in gioco sono così tante che, nonostante la perfezione degli automatismi esposimetrici, è solo guardando le foto sviluppate – troppo tardi quindi per rimediare anche alle impostazioni automatiche che la macchina ha applicato in modo corretto ma diverso dalla personale interpretazione del fotografo – che si può valutare se la macchina ha scattato non solo in modo corretto, ma perfettamente integrato con la visione che il fotografo ha avuto di quella foto osservando la scena. Macchine professionali come la Nikon D2Xs o prosumer come la Nikon D200 permettono di utilizzare l’esposimetro con le ottiche Nikon Manual Focus AI: sono progetti diversi e molto più costosi sia in termini di realizzazione della fotocamera che di costo al pubblico e riservati ai professionisti e ai prosumer, ma tant’è.

Restano comunque delle differenze tra la qualità di una vecchio progetto AI e di un’ottica AF dell’ultima generazione: la differenza non sta solo nel fatto che le seconde possono lavorare anche in AF ma nel progetto ottico stesso e nell’evoluzione che l’industria ottica ha percorso e sta ancora percorrendo.

Capture NX: il vetro non è tutto

12-d40x.jpg

Uno scatto eseguito in RAW/NEF con Nikon D40x e obiettivo 18-135 f/3,5-5,6 G: sviluppato con il software proprietario Nikon Capure NX, è possibile controllare
e migliorare l’aberrazione cromatica, la distorsione e la vignettatura.
Se l’obiettivo fosse stato un fish-eye sarebbe stato possibile apportare ulteriori modifiche all’immagine.

Non va dimenticato infine, a tutto vantaggio delle ottiche Nikon dell’ultima generazione, il fatto che l’ottica informa in modo sostanziale della sua presenza e del suo utilizzo all’interno del file che, sviluppato successivamente con programmi dedicati come NX, permette di risolvere brillantemente problemi come l’aberrazione cromatica, la distorsione piuttosto che la vignettatura.

05-d40.jpg

Un ottica Nikon con baionetta AI della serie già definitiva delle
ottiche AI realizzate direttamente in fabbrica.

Non si può neppure immaginare cosa faranno i software di miglioramento fotografico dei prossimi anni, ma un fatto è certo: uno scatto in RAW/NEF eseguito con un’ottica dell’ultima generazione, permetterà nei prossimi anni miglioramenti sul puro piano fotografico oggi neppure immaginabili.

Perché quindi utilizzare ancora oggi in alcune situazioni un ottica AI e non un’ottica AF?
Le motivazioni possono essere molteplici: diciamo innanzitutto che nella maggior parte dei casi tutte le focali Nikon quando sono state “doppiate” da AI a AF sono state ridisegnate con il risultato, sempre nella maggior parte dei casi, di una qualità in termini di risoluzione e non solo, maggiore: una miglioria che risulta poco visibile negli scatti eseguiti su pellicola, dove la grana e la seppur migliore scansione impediscono di poter visivamente apprezzare queste migliorie ottiche, ma per certo più che visibili negli scatti fatti con le macchine digitali, già oggi, con ottimi sensori, chissà domani, quando la tecnologia dei sensori bisserà quella attuale.

Non è quindi per motivi di qualità che si monta un’ottica AI su una Nikon DSRL dell’ultima generazione anche se le prove sul campo e i confronti effettuati hanno portato a una differenza in termini di risoluzione e di migliorata nitidezza apparente appena percettibili a monitor o in stampa.

In seconda battuta aggiungiamo che questa differenza, pur risibile, è per certo più visibile lavorando in digitale piuttosto che sulla pellicola, dove a bloccare la nitidezza assoluta di un obiettivo è la grana stessa della pellicola prima che la risoluzione dell’obiettivo stesso.

06-d40.jpg

Una baionetta AI-S: evidenziato dalla freccia l’avvallamento che permetteva
ad alcune fotocamere come la Nikon FA (1983) di avere l’informazione sulla focale innestata variando di conseguenza il tempo di scatto in modalità Program

Stessa baionetta, stessa filosofia nel tempo

C’è poi da considerare e da non sottovalutare una precisa filosofia Nikon che, continuando volutamente ad utilizzare il medesimo innesto obiettivi da più di cinquanta anni, da sempre non solo ha tollerato ma addirittura stimolato i suoi affezionatissimi a passare da una reflex all’altra senza necessariamente dover cambiare anche l’intero parco ottiche, o quanto meno non immediatamente.

Un motivo che fino a qualche anno fa aveva anche un piacevole riscontro d’affezione da parte dell’utente finale mentre ora che il potere d’acquisto medio è enormemente cresciuto, non è poi così fondamentale garantire all’utente finale che potrà utilizzare anche ottiche vecchie di trent’anni, visto che la stragrande maggioranza degli utenti non le possiede neppure più.
Ma Nikon continua comunque a rispettare e a mantenere questa compatibilità.

Vedere sotto questa luce la piena compatibilità ottico/meccanica sia della D40 che della D40x con tutte le ottiche del catalogo Nikon, sia in produzione che fuori produzione, con alcune limitazioni o sull’autofocus o sull’esposizione automatica non può far considerare queste reflex come due orfanelle; basta uscire dal catalogo Nikon per vedere i cataloghi degli altri marchi fotografici per rendersi conto che non esiste un solo altro marchio al mondo che permetta una qualsivoglia compatibilità, neppure di innesto, con ottiche di ieri o dell’altro ieri.

Alla fine, quindi, questa possibilità va presa come un “With Compliments“, con una punta di piacere e perché no, di divertimento

07-d40.jpg
Una differenza visibile a tutti tra le ottiche originali AI e AI-S è nella diversa
colorazione degli indici del diaframma; a sinistra un’ottica AI-S.
Molte progetti AI quando vennero convertiti in AI-S subirono anche
migliorie nello schema ottico

Il bello dell’AI

Esistono invece delle differenze notevoli a vantaggio delle ottiche AI rispetto alle ottiche AF sulla qualità dell’escursione della ghiera di messa a fuoco, sulle dimensioni più contenute, su una vera ghiera dei diaframmi, senza contare il fatto che, privati dell’automatismo AF, ci ritroveremo costretti a pensare e a ragionare un pochino di più, visto che non dovremo solo aspettare che la reflex focheggi in totale autonomia per poi scattare, e forse a percepire lo scatto effettuato, soprattutto se correttamente focheggiato, più per merito nostro che della fotocamera.

Ci sono poi altri “sapori” come la possibilità di utilizzare lo stesso obiettivo “old style” tanto su una reflex digitale che su una reflex analogica, tanto autofocus che manual focus, piuttosto che, per chi possiede già un corredo AI oltre che un corredo di anni anagrafici, di ridare lustro alle sue care vecchie ottiche su una reflex digitale dell’ultima generazione. Senza contare il sapore di qualche “punto fermo” nel proprio corredo che guardando le continue innovazioni tanto nelle reflex che negli obiettivi è sempre indietro di un passo, mentre sul fronte delle ottiche AI certamente no perché è un parco ottiche in parte ancora in produzione e disponibile a catalogo, ma su cui molto probabilmente non verranno più fatte modifiche, migliorie o aggiunte.

Un Micro Nikkor 55mm f/2,8 AI-S era, è e sarà. Punto.

08-d40.jpg

A confronto un’ottica AF di tipo D e in basso un ottica di tipo AF-S:
le ottiche AF sono sprovviste di motore AF interno ma usano la camma evidenziata
con la freccia per trasmettere il movimento alle lenti dal motore interno della fotocamera. Poiché la Nikon D40 e la D40x sono sprovviste di motore interno,
il suo autofocus funziona solo con le ottiche dotate di motore incorporato,
come le AF-S, e nella foto si nota che l’ottica AF-S è sprovvista della camma;
con le ottiche come le AF non AF-S è possibile comunque fotografare usando
il manual focus come sistema di messa a fuoco.

Dal manuale di istruzioni della D40 – qui valido anche per la D40x – riprendiamo un paragrafo:

Obiettivi Compatibili

AF-S, AF-I Compatibili con tutte le funzioni
Nikkor di tipo G o D Compatibili con tutte le funzioni eccetto AF

PC-Micro Nikkor 85mm f/2.8D

Utilizzabili solo in modo M; tutte le altre funzioni sono supportate eccetto AF

Altri obiettivi AF Nikkorf / AI-P Nikkor

Compatibili con tutte le funzioni eccetto AF e misurazione Matrix 3D II
Obiettivi senza CPU Possono essere utilizzati in modo M, ma l’esposimetro non funziona, il telemetro elettronico può essere utilizzato con obiettivi aventi un’apertura massima pari a f/5.6 o superiore

che riassume tutte le compatibilità con le ottiche Nikon della D40 e D40x: va notato che dove scritto obiettivo Nikkor tipo G o D l’esclusione della funzione AF riguarda tutte le ottiche tipo D ma solo le ottiche tipo G che non siano AF-S: quindi solo due ottiche G non hanno la compatibilità AF con la Nikon D40 e D40x, il AF DX Fisheye Nikkor 10,5mm f/2,8 G IF-ED e il AF-Nikkor 28-200mm f/3.5-5,6D G.

Riassumendo

Nikon D40 e D40x e compatibilità ottiche:

Ottiche Nikon AI e AI-S (oltre una cinquantina di focali): possono essere utilizzate in manual focus senza controllo esposimetrico.
Ottiche Nikon AF, non AF-S (circa 19 modelli) possono essere utilizzate in manual focus con controllo esposimetrico
Ottiche Nikon AF-S: (circa 30 modelli, in pratica la maggior parte delle ottiche Nikon attuali) possono essere utilizzate in autofocus e con controllo esposimetrico.09-d40.jpgEvidenziata in giallo la contattiera che si collega alla CPU dell’obiettivo:
attraverso la contattiera la D40 comanda tra le varie funzioni anche
il sistema AF e VR degli obiettivi.

Conclusioni

Il mondo delle ottiche AI e del manual focus in generale può ancora riservare piacevoli sorprese, sia utilizzate con le fotocamere analogiche che con le digitali. La messa a fuoco manuale, assistita o no dal telemetro elettronico, rilascia antichi sapori, una sensazione di padronanza e di dominio del mezzo fotografico non riscontrabile con le ottiche AF anche se utilizzate in manual focus.

Per certo nella maggior parte delle focali la qualità delle nuove release AF è superiore alle vecchie ottiche AI ma sono differenze appena percepibili soprattutto nella fotografia generale e nel reportage, dove il fine non è una più o meno esasperata ricerca della nitidezza ma della situazione dell’evento.

Sul piano dei costi il listino delle ottiche AI nuove è mediamente più caro del medesimo listino AF, ma abbiamo anche già sottolineata che esiste un serbatoio di ottiche AI usate che sciama perennemente dagli utenti finali ai negozi dell’usato e viceversa e che sembra veramente non avere mai fine.

Alla fine, è chiaro, qui si parla innanzitutto di diletto personale, di sapore, più che di confronti di mercati e tecnologie, ma la vita, crediamo, è anche fatta di questi piccoli innocenti piaceri.

La compatibilità di innesto ottiche della Nikon D40 e D40x è una realtà non solo su tutto l’attuale catalogo Nikon ma anche su molte ottiche AI non più in produzione. Sono ben 30 le focali in ad oggi produzione che hanno la piena compatibilità sia dell’autofocus che della funzionalità esposimetrica con la D40 e D40x, e 19 le ottiche AF con piena compatibilità esposimetrica e in focheggiatura manuale.

È evidente che la produzione delle ottiche Nikon si sta spostando, anche come progettazione, proprio sulle ottiche AF-S, a garanzia anche di una futura compatibilità tra la Nikon D40 e D40x e le ottiche di prossima produzione, senza togliere comunque una compatibilità anche con le ottiche storiche del passato e con le prime ottiche AF degli anni 80.

A queste si aggiungono una cinquantina di ottiche AI con innesto compatibile che possono essere utilizzate in Manual Focus perché si tratta di ottiche Manual Focus e senza l’ausilio dell’esposimetro.
Parliamo quindi di ben 100 ottiche compatibili; se escludiamo per un momento le 50 ottiche manual focus AI e ci concentriamo sui 50 modelli AF, oltre il 60% sono pienamente compatibili con la D40 e la D40x, e a queste vanno aggiunti i moltiplicatori di focali.
La Nikon D40 e la D40x sono infine pienamente compatibili con l’adattatore FSA-L1 che ne permette il collegamento a tutta la serie di cannocchiali terrestri Nikon Fieldscope.

Con la D40 e la D40x Nikon ha quindi ancora una volta mantenuto una promessa che non ha eguali in nessun altro marchio fotografico al mondo che contempli nel suo catalogo fotocamere reflex autofocus.
La promessa F-Mount Nikon iniziata nel 1959 è ancora pienamente confermata dopo 47 anni con la D40 e la D40x; la compatibilità di innesto è completa su ben 100 ottiche, comprese quelle AI fuori produzione; la compatibilità AF è piena su 30 dei 49 modelli a catalogo.

93 Risposte to “Nikon D40, D40x e compatibilità obiettivi”

  1. Molto interessante, mi ha fatto decidere di optare per una D40x invece di similari. Possiedo una 401 e diverse ottiche. Grazi e Buon Natale

  2. Simone Says:

    Complimenti, ottima recensione, curata al minimo dettaglio!!
    Adesso posso decidere dato che ho tre obiettivi di alcuni anni fa….
    Grazie e spero di imparare altro da te!!
    Saluti

  3. Franco Pozzato Says:

    Questo preziosissimo articolo mi ha riportato
    in vita!
    Forte di un bagaglio di anni e di apparecchi
    Nikon (Due F2a e ottiche comprese tra il 17mm
    e il 500) ed accarezzando l’idea di riprendere
    la mia vecchia passione, è di grande conforto
    sapere che tutto quello che ho vivrà una
    seconda giovinezza.

    Grazie per la chiarezza espositiva.

    Franco Pozzato

  4. Mitocondrio Says:

    Interessante, ma per quanto riguarda modelli superiori tipo d80 la compatibilità è mantenuta? Grazie, aspetto una tua risposta! Saluti

  5. robertodacci Says:

    Certo, anzi le d40 hanno la limitazione di non avere il motorino interno del’af, quindi in presenza di ottiche nikon af prive di motore la compatibilità è assicurata.

  6. Ottima recensione,sai se la d60 ha il motore af interno?

  7. achille Says:

    salve,
    la sua recensione è stata di grande aiuto.
    approfitto della sua esperienza per farLe alcune domande.
    ho dei vecchi obiettivi completamente manuali come un 70-210 un 55 mm un duplicatore di focale e altri, non è possibile in nessun modo far funzionare l’esposimetro?
    potrebbe darmi qualche consiglio su come fotografare senza esposimetro?

  8. daniele Says:

    ciao..
    innanzitutto complimenti per questa recensione molto interessante!!
    io ho un piccolo dubbio, spero tu possa aiutarmi..
    ho una D40 con obiettivo base 18-55mm e voglio comprar e un 55-200… per questioni di prezzo pensavo al tamron AF 55-200mm F/4-5.6 Di II LD Macro.. vorrei sapere da te se è compatibile al 100% con la mia macchina.
    non vorrei rinunciare all’autofocus, comodissimo in molte situazioni!!
    grazie 1000

  9. tommaso Says:

    quindi anke cn d90 e d300 mantengono fede a quello ke hai scritto sulla compatibilità?
    e “interrogandoti” su un altro argomento….
    cm posso eliminare il fattore di moltiplicazione delle ottiche sulla mia digitale? ke se nn sbaglio per nikon è di 1.6….
    esiste una maniera se nn il full frame?
    spero di nn aver fatto un pastone!
    grazie
    e super complimenti per le le recensioni!

    • robertodacci Says:

      Certo, anche la D90/300 hanno la piena compatibilità con tutto il parco ottiche nikon recenti e non, avendo il motore Af incorporato. Purtroppo non puoi in alcun modo evitare il fattore di moltiplicazione (che per Nikon è 1,5), dato il rapporto che si ha tra la superficie del sensore è il 24×36 chiamato adesso full frame.

  10. M*Rage Says:

    Complimenti per l’ottima recensione!!🙂
    Ciao Roberto sono un novizio,
    possiedo da poco una D40 mi sto muovendo per acquistare un 70-300.
    Ho messo gli occhi sul telezoom della Sigma 70-300 f4-5,6 APO DG MACRO e su un Tamron 70-300 f4-5,6 Di LD MACRO1:2.
    Con le mie finanze posso permettermi solo questi ora.
    So che dovrebbero essere entrambi motorizzati…ma con la CPU come funziona?? non credo di aver ben chiara la questione… questi obiettivi lavoreranno bene con il mio corpo macchina?? ti ringrazio anticipatamente.🙂

    • robertodacci Says:

      Ciao, sono entrambi compatibili con la tua reflex. Tra i due meglio Sigma, ma non aspettarti cose eccelse: diaframmalo un poco se puoi (alzando gli ISO se serve) e non spingerti oltre i 200-250 mm di focale, pena una bela perdita di qualità.

  11. M*Rage Says:

    Grazie mille Roberto!🙂
    Ti farò sapere! Non ho grosse pretese visto che devo ancora farmi le ossa.
    Seguirò i tuoi consigli, Grazie.
    Ciao..

  12. Ciao,
    più che un commento è una richiesta di chiarimento.
    Ho acquistato una Nikon d40, vorrei acquistare un obiettivo Tamron 70/300 mm F/4,5-5,6 per Canon e Nikon.
    Posso procedere all’acquisto?
    Mi hanno detto che è un A/F S ovvero obiettivo motorizzato.
    Mi confermate in merito?
    grazie

    • robertodacci Says:

      Ciao Ciro, per quello che costa l’ottica da tanto, ma non aspettarti dei miracoli. Non male anche il Sigma 70-300 Apo (mi raccomando la versione Apo).

  13. ottima recenzione, davvero

  14. yesyesyo Says:

    Ciao,faccio parte anche io del grande gruppo dei “ho anche io una D40”, volevo procedere all’acquisto di un altro obiettivo, ho visto determinate cose interessanti, ma non riesco a capire da dove vedere la compatibilità, visto che spesso non è indicato se l’obiettivo porta un motorino o no.
    pensavo a Obiettivo AF 18-200 mm F/3,5-6,3 XR Di II LD Asferico [IF] MACRO e mi interessava anche sapere di questo qui SIGMA 10/2,8 EX DC FISHEYE HSM NIKON AF
    Grazie mille
    Maria

    • robertodacci Says:

      Ciao Maria. In effetti devi stare attenta alla compatibilità della tua D40. La cosa più semplice è controllare sul sito dei produttori le compatibilità con le ottiche che ti interessano. Ad esempio vai sulla Nital “http://www.nital.it/prodotti-nikon/obiettivi-nikkor/autofocus-lenses.php ” per le ottiche Nikkon e vedi se hanno il motore swm interno (l’ultrasuoni di nikon), per Sigma è sufficiente controllare la presenza nella sigla dell’obbiettivo dell’acronimo hsm (l ‘ultrasonico sigma), per Tamron invece la situazione è più critica. Poche ottiche sono dotate di motore ultrasonico incorporato oppure qualcosa del genere…e devi controllare sul sito del produttore. Comunque guarda qui: “http://www.tamron.com/about/updates_nikon.asp”.

  15. Fabrizio Says:

    Ciao.. qualcuno sa consigliarmi un sito dove posso comprare un 55-200 o un 70-300 per la mia D40x a prezzo onesto?
    in quelli che ho visto finora non si capisce mai se è motorizzato o meno..
    potete aiutarmi?
    grazie

  16. Salve,
    possiedo anche io una D40, e sono interessato a comprare un nuovo obiettivo.
    Le chiedo cortesemente un aiuto/consiglio: cerco un obiettivo per fare foto prettamente in primo piano sia a breve che a lunga distanza, x esempio fare foto ad una persona situata a 100 metri di distanza, con un buona immagine.
    Quale obiettivo mi consiglia???
    grazie
    marcoacdc@libero.it

    • robertodacci Says:

      Buongiorno: a parte il discorso non molto coerente di voler fare un primo piano ad una figura distante un centinaio di metri, è impossibile avvicinarsi? forse si tratta difoto sportive ad atleti di varie discipline?, il 55-200 o ancor meglio il 70-300 sono ottime scelte.

      • si, mi riferivo a foto sportive (mi sono dimenticato di dirlo).
        Ma faccio molte foto a paesaggi, quindi alla natura, e anche molti primi piani a persone, tra il 55-200 e il 70-300 quale mi consiglia?
        il 55-200 nikon lo trovo a buon prezzo (200 €)
        il 70-300 nikon costa 500 €, un sigma invece lo trovo a 200 €. Tutti gli obiettivi ovviamente motorizzati
        grazie

  17. robertodacci Says:

    Ciao Marco, tra le ottiche che mi proponi il migliore e più adatto è il Nikon 70-300, costa di più ma li vale tutti.

  18. Ciao Roberto,

    attualmente ho la mia D80 in TRL , e mi devo “accontentare” del muletto D40, il mio parco ottiche non è grandissimo ma ho un modesto 70-300 Sigma Motor DG non APo Ovviamente con la sua limitazione che oltre 220mm le immagini perdono davvero tanto.. in AF-C ovvero come lo Usavo sulla d80 … sarà compatibile o mi devo attrezzare a usarlo solo in Manuale?

    A presto.

    Alessandro

    • robertodacci Says:

      Ciao Alessandro, purtroppo sulla tua d40, essendo sprovvista del motore AF, potrai usare solo la messa a fuoco Manuale del tuo Sigma

  19. ciao,
    ho acquistato da poco una D90 x ovvi motivi di un precedente parco ottiche .
    Uso con soddisfazione x ritratti l’ 85 f 1,8 nikkor af ( non D ) con cui mi trovo molto bene sopratutto x la luminosita’. Il problema mi nasce dal fatto che vorrei duplicarlo con un 1,4 x ( cosi’ otterrei il mitico 180 / 2,8 ) pero’ non conosco le compatibilita’ dei vari duplicatori tra la D90 e l’ 85 1,8 ,
    se esiste me ne potresti consigliare uno . ti ringrazio anticipatamente .

    • robertodacci Says:

      Ciao Flavio. Io sono un po contrario all’uso del duplicatore tranne casi speciali: esistono modelli creati specificatamente per essere accoppiati ai tele luminosi di Nikon e Canon. La resa cala solo leggermente e si risparmia in soldi e peso. In tutti gli altri casi la perdita di qualità puo essere anche notevole, vedi microcontrasto-vignettatura-resa dei bordi. Oltretutto per prendere un 1,4x decente la spesa non è poca (dai 200 euro in su). Perciò il mio consiglio, non dictat guarda bene ma consiglio, è quello di cercare nel mercato dell’usato un 180 2.8, spenderai qualcosa di più ma,credimi, è tutta un’altra cosa!!!

  20. Daniele Says:

    Premetto che ho già approffittato di te sempre in questo bellissimo sito. Conto ancora sulla tua pazienza. Vengo al dunque: sono decisamente intenzionato ad acquistare una D 90 inizialmente con ottica 16-85. Ho un Nikkor AF 70-210 che uso con la mia vecchia e fida Nikon FE. Potrei utilizzarlo come tele sulla D 90, almeno inizialmente, in attesa di un prossimo 70-300 VR, appena ammortizzato l’acquisto della D90?
    A quali limitazioni andrei incontro?

    Grazie

    Daniele

    • robertodacci Says:

      Ciao Daniele. Ottima la D90!!! una semipro coi fiocchi che ti darà grandi soddisfazioni. Ha tutto quello che ti serve ed è compatibile con tutte le ottiche Nikkor avendo il motorino e la presa di forza per pilotare quelle prive di motore interno. Ti do questo link che chiarirà tutti i tuoi dubbi: http://www.nikonians.org/nikon/slr-lens.html
      usala ne sarai stracontento!!!

  21. genpap Says:

    Salve Roberto, veramente utile più d’un manuale delle stesse macchine fotografiche Nikon. Complimenti! Ed ora il mio quesito: poichè le ottiche Nikon costano quasi un occhio delle fronte molti principianti come me -possiedo una nikon d40x con obiettivi nikon 18-55 dx af-s con swm e 55-200 nikon dx af-s swm vr sempre 4-5.6 ED volendo comprare un’ottica 70-300 -magari la potessi attualmente tutta nikon!- sigma motorizzata apo oppure tamron sempre motorizzata: quale mi consigli? Poichè vi sono delle ottiche sigma contraddistinte apo ma non tutte motorizzate come faccio a sapere quale sia quella motorizzata? Grazie.

    • robertodacci Says:

      Ciao Gennaro. Per controllare la presenza o meno del motore interno nelle ottiche dei produttori Sigma, Tamron ecc… e sufficienti collegarsi ai rispettivi siti e leggerne le caratteristiche. Nelle tabelle allegate o nei dati riassuntivi è sempre presente la nota riguardante la presenza o meno del motore interno. Un aprecisazione: la sigla Apo nei Sigma non sta assolutamente a significare la presenza del motore interno, ma una caratteristica dello schema ottico che ha al suo interno una o piu lenti apocromatiche. Comunque se visiti il sito http://www.sigmaphoto.com/shop/telephoto-zoom-lenses ti dovresti chiarire abbastanza le idee.

  22. Veramente molto utile, ma anche io ho delle domande. Ho una d40 vorrei acquistare obiettivo sigma 24-70 f2.8 if ex dg hsm il prezzo 673,00 me lo consigli? Altrimenti sarei orientata addirittura a cambiare corpo macchina con la d40 mi sento molto sacrificata, ho visto cose interessanti sulla d90 con 2 obiettivi stabilizzati ma la cifra mi sembra bassa 1000,00 nuova tutto compreso anche garanzia. E’ un grande problema perchè i negozianti spesso fanno i furbi soprattutto sull’usato e non so mai a chi dar retta e alla fine rimando sempre. Ti ringrazio anticipatamente

    • robertodacci Says:

      Ciao Gioia. Il 24-70 Sigma, ottimo obbiettivo, è un po lungo per la tua d40, equivale ad un 36-105 circa. A mio parere è stretto sul grandangolo. Difatti è studiato per il FF. Vedrei meglio il 17-50mm F2.8 EX DC OS HSM o il 17-70mm F2.8-4 DC Macro OS . Ma dimmi, dove ti senti “sacrificata” con la tua attuale reflex. Fai un analisi sincera e concreta e fammi sapere. La D90 è ottima!!! Il prezzo dipende da tanti fattori. Quali ottiche ti danno in kit, che tipo di granzia hai. Ti aspetto, a presto.

      • sacrificata appunto perchè le ottiche che vorrei sono pesanti e quelle che ho 18-55 5,6 e 24-70 4 5,6 un pò poco, in kit con la 90 ci sono 18-55 vr satb e 55-200 vr stab X ma il diframa non è spec. garanzia 2 anni estens fino a 7 scusa l’ignoranza ma ho ancora poca esperienza e tutte quelle sigle mi mandano in confusione e spesso i venditori ne sanno meno di me! nel frattempo ho guardato altro tipo una d 300 con garanzia a 890,00.
        Sei gentilissimo e di grande aiuto

      • robertodacci Says:

        Ciao Gioia, raccogliamo le idee….ottiche pesanti dici…si in effetti il corpo dela D40 è un po leggerino e con un certo tipo di ottiche il tutto sarebbe sbilanciato con problemi di impugnatura instabile e quindi mosso. Ma nel caso delle ottiche che citi il problema non sussiste. A porposito che cosa è il 24-70 4 5,6? non mi risulta un Nikkor…la D90 con il kit che mi dici è ben comprata, certo le ottiche sono economiche ma oneste. L’idea dell D300 è,tra quelle che mi proponi, sicuramente la mia preferita. Accoppiata al Sigma 24-70 f2.8 if ex dg hsm ti darebbe una gran qualità, in tutti i sensi. Certo la cifra lievita, ma ancor più la soddisfazione. E pi sai come si dice: chi più spende…..ciao e fammi sapere.

  23. Ho scritto male le mie ottiche: 18-55 f 3.5 5.6 g2 e 55-200 f 4 5.6 g ED. Comunque ho le idee molto più chiare, tra il tuo blog e impegandomi di più a cercare e confrontare… Ti faro’ sapere come andrà a finire

  24. Ciao, volevo chiederti un consiglio su quale tipologia di ottica comperare per fare un regalo ad una persona che possiede proprio questa nikon d40. i soggetti sarebbero prevalentemente delle architetture o dei paesaggi. puoi darmi un consiglio??? grazie Pier.

    • robertodacci Says:

      Ciao Pier. Mi fai una domanda un po generica…architettura e paesaggi…mi spiego meglio. Per foto di architettura servono generalemente ottiche grandangolari, specialemente per gli interni, e potendoselo permettere anche decentrabili per evitare il fenomeno delle linee cadenti. E’ altresì vero che per cogliere particolari servono anche i tele, per isolare i soggetti. Nle paesaggio, a parte i decentrabili, vale lo stesso discorso, quindi…direi che dipende che ottica già possiede quel tuo amico/a. Credo che avrà lo zoom di corredi standard, in tal caso potresti regalargli il 55-200 stabilizzato…poca spesa ma tanta resa. Fammi sapere.

  25. Valeria Says:

    Ciao, ho un problema con la mia Kanon D40; un mese fa è caduta e si è rotto un piccolo pezzo interno dell’obiettivo e ora quando lo monto sulla macchina capita la dicitura “obiettivo non montato”. Vorrei sostituire l’obiettivo ma non so dove recuperarlo dato che è un modello di qualche anno fa. Mi sai aiutare? Grazie , Valeria

    • robertodacci Says:

      Ciao Valeria. Brutta cosa quando cade la reflex!!!….gran brutta cosa!!!! L’urto deve essere stato molto violento se addirittura si è rotto un pernetto dell’ottica!!! Ma non ho capito forse bene: l’ottica era innestata sulla reflex? Io farei controllare la 40D, penso ti riferissi a questo modello vero?, ad un centro Canon. Questi forti urti possonon compromettere seriamente il funzionamento corretto della macchina, dopo di chè potrai sostituire l’obbiettivo con un zoom standard tipo il Sigma 17-70mm f/2.8-4. Ciao e fammi sapere.

      • Valeria Says:

        Ciao scusa ma ti ho scritto che la mia macchina è una Canon ma invece è una Nikon D40 è l’obiettivo è un Nikon DX 18-55 mm. La mia domanda è: dato che dovrò sostituire l’obiettivo mi sai suggerire un modello che abbia un maggiore zoom e se ci sono siti da te suggeriti dove recuperalo. Grazie mille Valeria

      • robertodacci Says:

        Ciao Valeria. Nikon allora…se vuoi un ottimo tuttofare ti consiglio il AF-S DX NIKKOR 18-200mm f/3.5-5.6 G ED VR II è, comsiderando oltretutto l’escursione focale, eccellente!!!. Qui lo trovi a un buon prezzo.

  26. stefano Says:

    ciao, ho una nikon d40 ed un flash sb28 che usavo su nikon f70
    mi risulta difficile usarlo con la d40..non sono compatibili?
    c’è qualche accorgimento da usare per rendere compatibile?
    grazie

    • robertodacci Says:

      Ciao Stefano. Purtroppo per te il flash sb28 non funziona in ttl con la tua d40 ma solo in manuale o in automatismo con la sua servocellula. I falsh compatibili con la tua reflex li trovi qui.

  27. ferdinando Says:

    Ciao Roberto io possiedo una Canon 400d e un flash 580 EX II quando avevo il vecchio firmware tutto ok.
    Ho commesso lo sbaglio di aggiornare il firmware a 1.1.1 e il flash non comunica più con la macchina a volte scatta, a volte no. Cosa posso fare a parte installare il vecchio firmware? Ho constatato che funziona perfettamente sulla 7d e sulla 350d in mio possesso. Grazie anticipatamente.
    Ferdinando

    • robertodacci Says:

      Ciao Ferdinando. Il tuo caso è a dir poco molto strano. Il firmware in oggetto è stato scritto anche per ovviare a problemi di comunicazone con i lfash esterni (in particolare il 380EX). E’ possibile che sia solo un pò di ossido sui contatti flash della macchina. Prova a pulirli con un bastoncino+straciietto inbevuto con un poco di alcool denaturato. Forse il nuovo firmware va a pilotare un contatto con il flash che pirma non era utilizzato. Fammi sapere, la cosa mi interessa.

  28. ferdinando Says:

    Scusami ancora, qualche suggerimento su una samsung pro 815 sapresti darmelo oltre che buttarla? ho provato a utilizzare il flash sia canon che nikon in modalità manuale su di essa e non funzionano il metz 60 ct 1 nemmeno funziona, solo il metz 45 ct1 funziona a volte si a volte no. Cosa può essere ? eppure in manuale dovrebbe funzionare qualsiasi flash.

    • robertodacci Says:

      E’ un rischio utilizzare flash di altre marche direttamente collegati allo zoccolo flash di fotocamere non compatibili. I contatti del flash non sono assolutamente gli stessi a parte quello centrale di innesco..ma a volte neppure quello. Per poterli utilizzare devi collegarli al contatto caldo della tua Samsung tramite il classico cavetto e se la macchina non ha l’uscita sincroflash un zoccoletto da piazzare sul tettuccio della macchina. Ovviamente poi il tutto utilizzato in manuale.

  29. FORTUNATO Says:

    ciao,possiedo una nikon D40X con un obiettivo 18 55mm e 55 200 mm,e vorrei comprare un grandangolo NIKKOR 35 mm f2 AF a buon prezzo.Ti chiedo se è compatibile e se me lo consigli?grazie.

    • robertodacci Says:

      IL 35mm, ottima ottica, non è purtroppo compatibile con la D40 per quello che riguarda l’AF. Puoi acquistare l’eccellente Nikkor 35 f/1.8 g dx perfettamente compatibile.

  30. ferdinando Says:

    Ciao Roberto i contatti della Canon 400d sono perfetti, però ho constatato che con il flash Canon 430 EX non da alcun tipo di problema ,funziona perfettamente in tutte le modalità. Solo con il flash 580 EX II non funziona bene, scatta una volta su cinque. Mentre sulla Canon 350D e sulla 7D funziona che è una favola. Per questo non riesco a trovare una risposta, mi
    rimane solo trovare qualcuno che possiede una 400d e provare il flash Canon 580 EX II per verificarne la compatibilità. Saluti

  31. Ho diverse ottiche nikon e non:
    Nikor 60mm f2,8 e 105mm f 2,8 (micro) AF
    80-200 ED AF f2,8;
    85mm f1,8-AF
    35mm f2 AI
    55mm f2,8 AI
    Sigma 10-20mm Ex-DC-HSM ed infine un 180m f2,8 Jupiter per me eccezionale!
    Tutte queste ottiche, delle quali sono molto soddisfatto, le utilizzo su una
    Nikon d200 e devo dire che va tutto bene.
    Vorrei acquistare un nuovo corpo macchina (NIKON digitale) che mi permette di utilizzare tutte le ottiche suddette, con le caratteristiche della Nikon D200
    Quale consiglio mi daresti, considerato che da tempo non seguo le nuove produzioni della Nikon. Gazie

  32. nicola Says:

    AIUTO. Ho preso un obiettievo Nikkor AF -S 18-200mm 3.5-5.6 G ED per la mia D40x. Prima avevo un 18-55 e 55-200 forniti nel kit. Il nuovo obiettievo mi sembra buono ma son in panico con la messa a fuoco. Teoricamente dovrebbe essere compatibile con il sistema automatico, invece mi funziona solo in manule. E’ un incubo per me che ero abituato alla messa a fuoco auto. Oppure sono io che sbaglio qualcosa nella configurazione ???? Ti prego aiutami.

    • robertodacci Says:

      Ciao Nicola, ti rispondo solo adesso, come risponderò anche agli altri, dato che ho avuto degli impegni che mi hanno impedito di seguire il blog. Prima di tutto ti consiglio di testare l’ottica (tra l’altro molto buona) su un altro corpo macchina. Poi controlla che sul barilotto del 18- 200 il selettore si posizionato su AF e non su M e per ultimo vai nel menu della reflex e controlla che l’AF sia impostato su automatico. Fammi sapere.

  33. ciao a tutti. leggendo l’articolo (molto interessante) e i vari post, non riesco a capire una cosa: vorrei acquistare un obiettivo con f2.8 o minore, ovviamente ottiche piuttosto vecchie montate su una d40x.. c’era una parte che parlava appunto dell’apertura massima, riesco nel mio acquisto?
    grazie anticipatamente
    ciao

    • robertodacci Says:

      Ciao Davide. La tua D40x non ha purtroppo il motorino AF interno è quindi non può pilotare le ottiche non motorizzate. Se leggi bene l’articolo troverai anche la teballa delle compatibilità.

  34. Carlo Alberani Says:

    Ciao a tutti, sto valutando l’ipotesi di acquista una D90 completa di obiettivo (magari il 16/8 del quale ho letto commenti lusinghieri). Ora la mia domanda è questa: ho diversi corpi Nikon (FG, F301, 801S) corredati da obiettivi dedicati (28/85, 70/210 Vivitar, 200 Makinon, 28/84 Nikor dedicato alla 801S). Se ho ben capito, questi obiettivi sono compatibili con la D90 utilizzandoli però in modalità “M”, cosa che non mi spaventa più di tanto.
    Ho capito bene?
    Grazie a tutti-

    • robertodacci Says:

      Ciao Carlo. Per quello che riguarda le ottiche originali (penso tu ti riferisca al Nikon AF 28-80 f/3.3-5.6G Zoom-Nikkor) la compatibilità dovrebbe essere completa. Per le altre ottiche a parte l’autofocus garantito dal motore della tua D90, bisogna valutare caso per caso. La varie tipologie di esposizioni presenti sulla tua reflex dipendono dalla presenza/soffisticazione della cpu delle ottiche in tuo possesso…in genere però la tua D90 ti permetterà di usare quasi tutti gli automatismi. Ti consiglio di fare qulache prova e te ne renderai conto personalmente. Per la resa ottica penso che la tua reflex si meriti di meglio.

      • Carlo Alberani Says:

        Ciao Roberto,
        grazie per i consigli; certamente (quando finalmente deciderò l’acquisto, intanto spero che il prezzo cali ancora un pò) opterò, con il tempo, per ottiche Nikon; quello che però mi intriga alquanto è la possibilità di “spolverare” i miei vecchi obiettivi.
        Un’altra domanda circa l’ottica 16/85 che potrei abbinare alla D90: che ne pensi?

        Grazie di nuovo.
        Carlo

      • robertodacci Says:

        Ciao Carlo. Il 16-85mm f/3.5-5.6 G ED VR è ottimo. Le prestazioni di questo zoom sono davvero molto buone, specialmente alle focali intermedie e corte. La nitidezza è sempre ottima e si abbassa leggermente solo alle focali maggiori. Te lo consiglio.

  35. Carlo Alberani Says:

    Grazie di nuovo per i preziosi consigli: dall’articolo in poi.

    Un’ultima cosa: ci sono in commercio degli zoom per la D90 che, pur non essendo Nikon, ben si adattano alla macchina e, soprattutto, sono un pò più luminosi? Sicuramente ce ne sono, ma si possono trovare senza rovinarsi?

    Grazie di nuovo.

    • robertodacci Says:

      Ciao Carlo. Considera comunque il 16-85mm f/3.5-5.6 G ED VR è veramente ottimo. Alternative più luminose senza “svenarti” possono essere il Tamron SP AF 17-50mm f/2.8 o il SIGMA 17-50mm F/2.8 EX DC OS .

  36. Davvero complimenti per la recenzione, mi servivano dei chiarimenti ma ho trovato tutto ciò che mi serviva. Grazie

    • robertodacci Says:

      Grazie Ugo!!

      • Ciao Roberto.Ho avuto la fortuna di trovare una D40 con i due obiettivi classici 15-55 + 55-200 a 400 euro.Probabilmente era un fondo di magazzino ma in fondo e’ quello che cercavo.Vengo alla domanda.Io faccio piu’ che altro due tipi di foto.In citta’ e foto sportive ( automobilismo ).Per queste ultime il 55-200 mi sembra ottimo mentre in citta’ mi e’ un po’ stretto il 18-55.Avrei pensato di cambiarlo con un 18-105.Ti chiedo se ne vale la pena e se la qualita’ e’ la stessa.Ti ringrazio per la gentile risposta e complimenti per la tua professionalita’.Ciao.Enzo

      • robertodacci Says:

        Ciao Enzo. Non capisco il termine “un po stretto”. Di solito si intende stretto quando l’angolo di campo dell’obbiettivo è poco ampio. In tal caso con il 18-105 non guadagnerai nulla. Un buona scelta può essere in tal caso il Sigma 10-20 o il Tokina 12-24. Comunque ottimo e sicuramente migliore del 18–5 il 18-105 di cui mi accennavi.

  37. Domenico Says:

    Buonasera a tutti
    io ho da diversi anni una NIKON F70
    su questa macchina ho 2 obiettivi:
    1) AF NIKKOR 1:4.5-5.6 D (80-200 mm)
    2) AF NIKKOR 1:3.5-5.6 D (28-80 mm)

    Qualche esperto sa dirmi x favore su quale corpo macchina DIGITALE posso montarli? forse la Nikon D40 o qualche altra?
    Grazie mille anticipatamente
    Domenico

  38. Marco D. Says:

    Salve, mi aggiungo ai complimenti per questo blog.
    Possiedo (anch’io) una Nikon D40 con l’obiettivo fornito 18-55 di base.. Vorrei acquistare un obiettivo per fare foto a paesaggi e foto sportive. Vorrei sapere se vanno bene il 70-300 o il 55-300. Ho trovato un prezzo interessante per un NIKKOR AF-S DX 55-300 MM F/4,5-5,6 ED VR però non riesco a capire se posso avere problemi con l’autofocus. Ti ringrazio anticipatamente per la disponibilità.
    Marco

  39. GABRIELE Says:

    Ciao Roberto, davvero ottima recensione, oltre ai preziosi consigli che dai nelle tue risposte!

    Ho da poco una d40 con un sigma 18/200 motorizzato e stabilizzato, della quale sono molto soddisfatto.
    L’unico problema che riscontro è con il flash (soligor mz-340af) che sembra non “dialogare con la macchina( sulla vecchia 601 funziona benissimo essendo dedicato nikon).
    Mi spiego, il flash quando scatto funziona, ma “spara “quando vuole e a intensità massima! ( sembra proprio che il tl non funzioni )
    che dici non è compatibile?

    • GABRIELE Says:

      oplà mi è “partito” il tasto invio… eh eh
      Volevo ovviamente ringraziarti in anticipo e salutarti.
      Gabriele

    • robertodacci Says:

      Ciao Gabriele. Non ho dati certi per dirti se il tuo Soligor è compatibile o meno con la D40 ma da quanto mi dici direi proprio di no. Se hai un negoziante di fiducia puoi farci un salto e provare con flash dedicato, magari un Nikon, se il funzionamento della tua macchina è corretto. Potrebbe come remota ipotesi essere lei la causa. Ancor prima puoi provare a pulire i contatti della slitta flash con un pezzetto di cotone imbevuto, due gocce, di alcool.

      • GABRIELE Says:

        allora, per adesso ho provato con la “pulizia” ma niente da fare se spara in sincro con l’otturatore mi sovraespone tutto.
        Ho provato pure con un sb23 nikon e fa la medesima cosa, è come se non funzionasse il ttl infatti mi “spara” alla max potenza e sovraespone pure con quello.
        Appena potrò farò una prova con un flash di un amico ( lo usa pure lui su una d40 e va bene) e vediamo se il problema è nella macchina o cos’altro.

  40. Gianluca Says:

    Ciao Roberto,
    ho alcuni obiettivi Canon e Tamron che usavo con un Canon AE1 di circa 30 anni fa. Li posso riutilizzare con un macchina digitale nuova, Canon o Nikon che sia?.

    • robertodacci Says:

      Ciao Gianluca. Purtroppo non puoi utilizzare i vecchi Canon fd sulle nuove Eos. Al dire il vero si trovano degli adattatori ma, oltre al fatto che lavoreresti in stop-down, nello schema dell’ottica viene inserita una lente che abbatte ulteriormente la qualità dell’obbiettivo. Lascia perdere.

  41. ciao complimenti per l’articolo,essendo un principiante, vorrei comprare un obiettivo o teleobiettivo per la mia d40 cosa mi consigli?

    • robertodacci Says:

      Ciao Marco. La tua domanda è un po vaga…un tele per farci cosa?

      • ciao il tele che vorrei e’ per divertimento e pratica ma sopprattutto per avere un unico obiettivo senza spendere un capitale

      • robertodacci Says:

        Ciao Marco. Cosa intendi per unico obiettivo? In tal caso ti serve un classico 18-200..non ti dico il Nikkor perchè un po caro..Sigma o Tamron sono simili come resa. Se invece intendi un zoom lungo io starei sul 55-200mm f/4-5.6 AF-S VR DX NIKKOR.

  42. Stefano Says:

    Complimenti per l’articolo.Ho intenzione di riutilizzare la mia nikon D40x.E vorrei acquistare due obiettivi,uno a focale fissa il nikon 35mm f/1,8G e un tele,o nikon 18-135,o tamron 18-250,o 18-270.
    Il fisso va bene su questo corpo macchina?Stessa domanda per il Tamron.Grazie!

    • robertodacci Says:

      Ciao Stefano. Ottima scelta il 35mm. Sulla tua d40 è equivalente a un 50mmm, un’ottica con cui ci si può fare tanto…e oltretutto con notevoli prestazioni ottiche. Poi mi parli di tele..ma gli zoom a cui ti riferisci coprono un range di focali più ampio dal grandangolare al tele più o meno spinto. Se vuoi qualità la regola è scegliere zoom con una ristretta gamma di focali, ad esempio il 18-135 nik è ottimo, se vuoi uno zoom che ti possa permettere di non cambiare quasi mai ottica e con discrete prestazioni, vanno bene sia i Sigma che i Tamron 18-200. Certo ancor meglio il Nik 18-200 ma costicchia un po di più.

  43. Ciao ho una d40x, e l’altro ieri ho trovato nell’armadio una vecchia fuji stx-2 con i relativi obbiettivi tra cui un vivitar 28MM 1:2.8 MC wide angle 49mm, volevo sapere se fosse possibile tramite un adattatore utilizzarlo sulla mia macchina.
    ciao e grazie!

    • robertodacci Says:

      Ciao Luca. No mi spiace niente da fare. Esistono dei raccordi che possono fare quello che mi chiedi ma perderesti ogni tipo di automatismo e la messa a fuoco sull’infinito.

  44. Thank you for the auspicious writeup. It actually was once a amusement account it.
    Look complicated to more brought agreeable from you!

    However, how can we keep up a correspondence?

  45. We stumbled over here different web page and thought I might check things out.
    I like what I see so i am just following you. Look
    forward to looking at your web page yet again.

  46. It’s really a cool and useful piece of info. I am satisfied that you simply shared this useful information with us. Please stay us up to date like this. Thank you for sharing.

  47. Greetings I am so excited I found your webpage, I really found
    you by error, while I was searching on Bing for something else, Anyways I am here now
    and would just like to say thanks a lot for a fantastic
    post and a all round exciting blog (I also love the theme/design),
    I don’t have time to go through it all at the minute but I have bookmarked
    it and also added in your RSS feeds, so when I have time I will
    be back to read a great deal more, Please do keep up the superb jo.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: